Venerdì 3 Marzo – Educare per fare la differenza: verso #lottomarzo

NonUnaDiMeno

Educare per fare la differenza: contro ruoli e stereotipi verso #lottomarzo sciopero globale delle donne

Dal gruppo di lavoro “Educazione e Formazione” di Non Una Di Meno 27 novembre Roma verso la costruzione del Piano femminista contro la violenza maschile:”L‘educazione alle differenze è una pratica, è una prospettiva sul mondo, è uno sguardo trasversale a tutte le discipline, può essere agita con modalità e metodologie differenti a seconda dei casi e può avvalersi di una molteplicità di strumenti di volta in volta differenti […] E’ necessario che i e le docenti, il personale educativo e tutte e tutti coloro che svolgono un ruolo educativo e di istruzione, lavorino su sé stessi alla decostruzione degli stereotipi che loro stesse/i hanno interiorizzato e che, spesso inconsapevolmente, riportano nella relazione educativa. […] L’educazione alle differenze deve necessariamente iscriversi in un cambiamento strutturale e radicale della cultura, dell’educazione e della pedagogia vigenti e prevede la decostruzione del maschile universale che ha costruito il mondo finora, interpretandone l’unico canone, l’unico modello possibile. Questo stravolgimento passa attraverso il superamento della prospettiva binaria e gerarchica del pensiero e della conoscenza che ha prodotto in primo luogo il dominio maschile sulle donne e l’eteronormatività, secondo cui al mondo esisterebbero solo i due generi maschile e femminile; aspetti fondamentali del cambiamento riguardano la reinvenzione della lingua e l’assunzione di un approccio intersezionale, come forma di resistenza all’altezza dei meccanismi di controllo e sfruttamento contemporanei”.

Uno degli 8 punti per l’8 marzo riguarda l’educazione alle differenze.

CoMù vuole contribuire al percorso e alla giornata di mobilitazione organizzando questo momento di incontro e dibattito cui parteciperanno alcune delle protagoniste del percorso Non Una Di Meno.

La scuola e tutto il sistema dell’educazione e della formazione sono un luogo cruciale delle trasformazioni culturali che vorremmo promuovere mentre il governo con le deleghe alla legge 107 (cosiddetta Buona Scuola) rischia di snaturare il ruolo dei docenti e la loro libertà di insegnamento in favore di una formazione standardizzata e subappaltata agli esperti di turno magari proprio gli “inventori” della campagna antigender.

Dentro e oltre la scuola ragioneremo di esperienze educative che mettono al centro la persona in divenire, le sue attitudini piuttosto che ruoli, modelli o target da raggiungere, la cooperazione piuttosto che la competizione.

Cattivemaestre

Maria Rossi – Le Smamme

Flavia Sferragatta – Psicologa dello sport, Allenatrice delle All Reds Girls, autrice di “Le mete dell’allenatore. Prospettive di psicologia dello sport per l’allenatore di rugby”.

Federica Porcarelli – Psicologa e operatrice sociale – LOA Acrobax

Sarà allestito uno stand a cura della Piuma di Mare con una selezione di titoli.

Sala giochi e attività per bimbi.

Aperitivo a cura de La Lunfarda dei Saperi & Sapori- vineria,birreria at Acrobax ex-cinodromo

L’otto marzo scioperiamo, ogni giorno cooperiamo, insieme, NON UNA DI MENO

Evento fb – https://tinyurl.com/ze7nl7t

Tags: , , , ,

Comments are closed.