Blocco del servizio Glovo a Bologna: riders cominciano la mobilitazione contro il cottimo e gli atteggiamenti vessatori!

1Siamo i rider di Glovo, consegniamo qualsiasi tipo di prodotto in qualsiasi ora del giorno a qualsiasi condizione meteorologica nelle case dei bolognesi, a volte mettendo a rischio la nostra sicurezza nel rispettare i tempi di consegna. Questa sera abbiamo deciso di scioperare, esercitando per due ore un blocco del servizio, a seguito dell’introduzione del nuovo minimo orario (passato da 6 a 4 euro netti) e di alcuni atteggiamenti intimidatori che Glovo ha assunto nei confronti di alcuni di noi.

La scelta di abbassare il minimo orario è una costante per questo tipo di aziende, riluttanti a riconoscere la reperibilità come parte integrante del lavoro che facciamo a favore delle sole consegne svolte, principali fonti di profitto per questo settore. Ed è proprio il numero di consegne svolte che deciderà quanto sarai “meritevole” di lavorare con Glovo grazie alla loro importanza nel calcolo del rating, la classifica che decide chi potrà segnarsi ai turni prima degli altri, condizionandoci a scegliere gli orari di lavoro che più servono all’azienda, alla faccia della flessibilità!6

A tutto questo si aggiungono le minacce, comunicate diverse volte al telefono durante il proprio turno, di licenziamento e sospensione che hanno coinvolto diversi rider nell’ultimo periodo, colpevoli di non essere sufficientemente veloci a svolgere le consegne o di avere disguidi involontari con l’app. Questo regime di ricattabilità è favorito dal contratto di prestazione occasionale a cui siamo soggetti, che ci rende vulnerabili ad abusi del genere in quanto sprovvisti delle tutele contro i licenziamenti illegittimi tipiche del lavoro subordinato. Rifiutiamo lo sfruttamento che si nasconde sotto questo finto contratto autonomo.

A questo regime vessatorio e poco rispettoso del nostro lavoro abbiamo deciso di dire basta! Vogliamo un incontro con i nostri manager, per poter discutere delle nostre condizioni lavorative in un clima di mutuo rispetto. Vogliamo il superamento della paga a cottimo come forma di retribuzione principale a favore del riconoscimento di una giusta paga oraria, l’abolizione del rating, un’assicurazione su infortuni e malattia a carico dell’azienda e la fine degli atteggiamenti discriminatori sopracitati.

Riders di Glovo in mobilitazione

Tags: , ,

Comments are closed.